giovedì 24 luglio 2014

Il libro "I Problemi del Lavoro"

Il lavoro occupa la stragrande maggioranza del tempo disponibile ad una persona.
Se l’individuo è un lavoratore autonomo, un imprenditore o un libero professionista, dedicherà al suo lavoro non meno di 8/10 al giorno, che significano almeno 50/60 ore settimanali.
Se l’individuo è un lavoratore dipendente, passerà una quarantina di ore settimanali presso il suo posto di lavoro.

Parliamo di tempi netti dedicati all’attività lavorativa a cui bisogna aggiungere il tempo necessario agli spostamenti (che al giorno d’oggi comincia ad incidere in modo veramente importante).

Se escludiamo dalle 168 ore settimanali a nostra disposizione (24 ore x 7 giorni) le circa 56 ore di sonno, vediamo che il lavoro già occupa mediamente una percentuale che si avvicina alla metà del tempo disponibile.
Ma è fin troppo frequente che l’imprenditore lavori ben più delle 8/10 ore al giorno così come è fin troppo frequente che il dipendente non si fermi ad una singola occupazione e abbia un altro lavoretto da svolgere nei tempi “morti”.

La realtà è che il mondo del lavoro incide per un buon 2/3 sulla vita di un individuo a livello di tempo e spesso ne assorba quasi totalmente le energie in termini di quantità di attenzione e di livello di stress.

Il ricercatore e filantropo americano L.Ron Hubbard, si accorse di questo fenomeno fin dalla metà degli anni ’50, periodo in cui scrisse il libro “I problemi del lavoro”. Il signor Hubbard era decisamente in anticipo sui tempi e predisse in modo incredibilmente esatto alcuni fenomeni che l’esperienza ha poi pienamente confermato.
Per questo motivo le informazioni e le soluzioni presenti nel libro sono quanto mai attuali e attinenti con la realtà che ci circonda. Anzi, mai come ora, il suo contenuto è stato di attualità e perfettamente in grado di descrivere ciò che ci sta capitando.

Dopo aver effettuato alcuni importanti scoperte relative al funzionamento della mente umana, Hubbard applicò parte di queste scoperte allo specifico mondo del lavoro. Un uomo è un uomo ed è tale anche quando lavora.
Così, con un approccio unico, semplice, chiaro e diretto, il libro espone come ci si possa occupare con successo dei principali problemi che il lavoro crea quali
            • Introversione.
            • Stress.
            • Difficoltà con la capacità di comando.
            • Il segreto dell'efficienza.
            • Ottenere maggior successo.
            • Come risolvere le confusioni.
            • Da cosa dipende mantenere un lavoro.
Un passaggio molto importante del testo recita così:
Un artigiano non è soltanto un artigiano. Un operaio non è soltanto un operai. Un impiegato non è soltanto un impiegato.
Sono importanti pilastri che vivono, respirano e su cui si regge l'intera struttura della nostra civiltà.
Non sono rotelle negli ingranaggi di una potente macchina. Sono la macchina stessa.”

L. Ron Hubbard

Il libro, ora disponibile in una nuovissima edizione, rivista e migliorata nella traduzione e nella presentazione generale, è un testo che affronta le cose con cui ogni lavoratore si scontra ogni giorno. Cose del tipo “Come faccio a parlare con i miei colleghi e riuscire a fargli capire le cose importanti del mio posto di lavoro?” oppure “Come posso aumentare la mia efficienza?”.

Il libro consta di 181 pagine, con glossario dei termini principali e possiede anche la versione audio libro (una voce narrante legge in italiano il libro, permettendo di ascoltarlo mentre si viaggia o non si può leggere!).
Ne è stata anche tratta una versione documentario video che ne riporta fedelmente il senso.

Acquista oggi stesso la tua copia.

SOLO 13,00 euro.


Nessun commento:

Posta un commento